Conto termico 2019 novità

Vota questo articolo
(0 Voti)

Novità conto termico 2.0 tsp

Molti già conoscono il Conto Termico avviato nel dicembre 2012, però da gennaio 2019 parte il Nuovo Conto Termico 2.0 (DM 16/2/2016), un pacchetto di incentivi e agevolazioni per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e interventi mirati ad una maggiore efficienza energetica di edifici e abitazioni.

L'obiettivo dell’agevolazione è di migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, contenendo il costo dell'investimento.

 

Le novità per il 2019

Bene, vediamo quali sono le differenze tra la vecchia versione del Conto Termico introdotto nel 2012 e il nuovo definito come Conto Termico 2.0?
  • Ampliamento dei soggetti ammessi
  • I requisiti per accedere ai incentivi Conto Termico 2019 si estendono ed adesso prevedono anche le cooperative di abitanti e le aziende pubbliche in forma societaria.

  • Tempi di pagamento ridotti
  • I tempi di pagamento dell'agevolazione si riducono e nel nuovo meccanismo passano da 6 a 2 mesi.

  • Innalzamento del limite per l’erogazione
  • Il limite per l'erogazione dell'incentivo in un'unica rata si innalza dai precedenti 600 € a ben 5.000 euro.

  • Procedura snellita
  • La procedura di accesso diretto velocizzata e snellita per gli apparecchi a catalogo.

  • Ampliamento delle tipologie di intervento e delle dimensioni impianti
  • Il Conto Termico 2.0 ha esteso le tipologie di intervento incentivabili e aumentato la dimensione massima degli impianti ammissibili.

  • Pagamenti semplificati
  • I pagamenti con bonifici online e carte di credito sono molto più semplici.

Quali sono i lavori incentivati per le stufe a pellet, caldaie a condensazione...

Al bonus incentivi Conto Termico 2.0 2019, richiedibili sia dai Soggetti Privati che dalle PA, vengono ammessi interventi di produzione di energia termica da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni:

  • Sostituzione di impianti esistenti di riscaldamento con:
    • - Pompe di calore, a gas o elettriche, anche combinati per la produzione di acqua calda ad uso sanitario;
    • - Caldaie a biomassa (stufe a pellet, termo camini a legna), in serre e fabbricati rurali esistenti;
    • - Sistemi ibridi a pompa di calore;
  • Installazione di collettori solari termici: pannelli per la produzione di acqua calda sanitaria e/o ad integrazione della caldaia, anche nel caso in cui siano abbinati a tecnologia "solar cooling";
  • Sostituzione di scaldaacqua elettrici con scalda acqua a pompa di calore.

Modalità di richiesta

I privati, imprese, le persone fisiche e condomini possono accedere al contributo del Conto Termico tramite l'apposito applicativo informatico PortalTermico (gestito dal Gestore Servizi Energetici), entro la scadenza di 60 giorni dalla data di conclusione dei lavori dell'impianto.

La richiesta per gli incentivi per i privati può avvenire solo tramite accesso diretto, mentre per gli interventi ancora da realizzare le Pubbliche Amministrazioni possono inoltrare una richiesta di prenotazione dell’incentivo.

Non aspettare, approfitta degli incentivi e prenota subito la visita gratuita di un consulente specializzato T.S.P. che saprà consigliarti il modello della stufa a pellet su misura per la tua abitazione.

Fill out my online form.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Fill out my online form.

TSP servizio clienti

offerte stufe a pellet